Essere Donna è un misto tra bellezza e sfiga. Ecco la mia riflessione semi seria a riguardo. Se vi va condividetela pure e facciamoci due risate! 😉
Noi donne siamo nate per soffrire.
La prima sofferenza inizia quando vorremmo i capelli lunghi come Babrie Raperonzolo ma le nostre mamme ci portano a fare il carrè, e si continua con quello storico momento in cui le medesime ci costringono a lavare per la prima volta i piatti e…noi… immergiamo le nostre mani in quell’acqua calda e viscida imbattendoci contro un bucatino ancora attaccato alla pentola….ignare del fatto che avremmo ripetuto questa scena ogni giorno, due o anche tre volte al giorno, tutti i giorni, per sempre!
Si prosegue con i buchi alle orecchie, il primo ciclo mestruale, il primo “innamoramento” non corrisposto, la prima cerretta completa (anche questo un appuntamento fisso che ci accompagnerà nel tempo), le prime sopracciglia da strappare, le prime scarpe con il tacco alto indossate con orgoglio tra masochismo e felicitá.
Per passare allo step successivo fatto di montagne di panni da stirare, tonnellate di faccende domestiche, file interminabili alle casse dei supermercati, travaglio, parto, notti in bianco e menopausa. La lista è ancora lunghissima ma… la sofferenza più grande al mondo che una donna possa mai provare resta sempre quella di aprire l’armadio e pensare: “E mo, che cosa mi metto???”.
Noi donne siamo nate per soffrire, prendiamone atto. 😀
Annunci